Vai al contenuto
Home » Restauro parziale della statua di Sant’Antonio, non solo restauro mobili antichi

Restauro parziale della statua di Sant’Antonio, non solo restauro mobili antichi

    Scopriamo insieme i dettagli di questo particolare restauro

    Come specialisti restauratori di mobili antichi, arte sacra e opere lignee, oggi ci troviamo nella Chiesa di San Domenico a Piedimonte Matese, un luogo di grande valore storico e culturale. Qui, tra le numerose opere d’arte, si trova la statua di Sant’Antonio da Padova, una testimonianza preziosa del nostro patrimonio artistico.

    Purtroppo, questa statua ha subito un grave danno nel passato: il Bambinello, parte integrante e significativa della statua, è stato depredato, lasciando un vuoto non solo fisico, ma anche emotivo per la comunità. La perdita di un pezzo così antico e significativo ha rappresentato un duro colpo, sia per la chiesa che per i fedeli che vi si recano per pregare e ammirare l’arte sacra.

    Ricostruzione e installazione del Bambinello del ‘600

    Il mio compito come restauratore è stato quello di affrontare questa sfida con creatività e rispetto per l’opera originale. Dopo un’attenta analisi e studio, abbiamo deciso di installare il Bambinello del’600 al posto di quello perduto utilizzando materiali moderni ma altrettanto nobili e durevoli. Abbiamo scelto di impiegare il policarbonato, un materiale moderno e versatile che ci ha permesso di dare stabilità all’installazione e alla statua senza compromettere la sua integrità storica.

    Restauro completato, la gioia delle opere lignee e mobili antichi

    Il processo di restauro ha richiesto ingegno e precisione. Ogni dettaglio è stato curato meticolosamente, dal disegno iniziale alla lavorazione finale. Il risultato è stato sorprendente: il nuovo Bambinello si integra perfettamente con la statua di Sant’Antonio, restituendo a questa importante opera d’arte sacra la sua completezza e bellezza.

    Questo restauro non è solo un intervento tecnico, ma anche un atto di devozione e rispetto verso il nostro patrimonio culturale. Riportare alla luce la bellezza originale della statua di Sant’Antonio da Padova è stato un onore e una responsabilità che ho affrontato con passione e dedizione. Spero che il mio lavoro possa essere apprezzato e che la statua possa continuare a ispirare e a emozionare tutti coloro che la ammirano.


    Send